Film in concorso

ULTRAS

Regia Francesco Lettieri – prod. Indigo Film
CAST: Aniello Arena, Ciro Nacca, Simone Borrelli, Daniele Vicorito, Salvatore Pelliccia, Antonia Truppo

Napoli. A quasi cinquant’anni Sandro è ancora il capo degli Apache, il gruppo di ultras con cui ha passato tutta la vita allo stadio: una vita di violenza, scontri, passioni e valori incrollabili. Ma ora che un Daspo gli impedisce di avvicinarsi alla curva, quei valori iniziano a vacillare. Sandro sente per la prima volta il bisogno di una vita normale, di una relazione, magari anche di una famiglia. E ha incontrato Terry che è bellissima e non ha paura di niente. Angelo ha sedici anni e considera gli Apache la sua famiglia, Sandro la sua guida, la persona che ha preso il posto di suo fratello Sasà, morto anni prima durante gli scontri di una trasferta. ULTRAS è la storia della loro amicizia, di una fede e di un amore scanditi dalle ultime settimane di un campionato di calcio. E dell’inevitabile incontro di entrambi con il proprio destino.

SETTE ORE PER FARTI INNAMORARE

Regia Giampaolo Morelli – prod. IIF Italian International Film, Vision Distribution
CAST: Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Diana Del Bufalo, Fabio Balsamo, Massimiliano Gallo, Antonia Truppo, Cinzia Mirabella

Valeria, donna avvenente e dal carattere deciso ma da sempre disillusa sull’amore, è un’implacabile maestra di rimorchio per uomini single ai quali insegna l’arte della seduzione, convinta che le relazioni fra le persone siano mosse da semplici stimoli biologici. Giulio è un giornalista di economia, uomo serio e po’ prevedibile, convinto invece che in amore non si possano attuare delle strategie. Quando, a un passo dalle nozze, la fidanzata Giorgia lo lascia per il suo capo Alfonso, Giulio si ritrova scalfito nelle sue granitiche certezze, senza donna e senza lavoro. Deciso a riconquistare la sua ex andrà a lezione da Valeria, ma uno dei due dovrà cambiare idea. Perché innamorarsi è una scienza esatta o un mistero senza regole?

SONO SOLO FANTASMI

Regia Christian De Sica prod. – prod. Indiana Production in collaborazione con Medusa Film
CAST: Christian De Sica, Carlo Buccirosso, Gian Marco Tognazzi, Leo Gullotta, Gianni Parisi, Lucianna De Falco, Francesco Bruni

THOMAS, ex mago in bolletta, e CARLO, napoletano, sottomesso a moglie e suocero settentrionali, sono due fratellastri che si rincontrano dopo anni a Napoli per la morte del padre Vittorio, giocatore incallito e donnaiolo. Scoprono di avere un terzo fratello, UGO, apparentemente un po’ tonto ma in realtà un piccolo genio.
L’eredità, agognata da Thomas e Carlo, sfuma a causa dei debiti del padre e i tre hanno una grande idea: sfruttare la superstizione e credulità napoletana, diventando degli ‘acchiappa fantasmi’. Proprio quando l’attività inaspettatamente sembra avere molto successo, lo spirito del padre Vittorio s’impossessa del corpo di Carlo. Thomas e Carlo si convincono che i fantasmi esistono davvero. Nel frattempo i fantasmi catturati dal trio si liberano e vanno a risvegliare il fantasma di una strega che minaccia di distruggere Napoli. Con l’aiuto del padre i tre fratelli cercheranno di salvare la città.

L’IMMORTALE

Regia Marco D’Amore – prod. Cattleya, Vision Distribution; in collaborazione con Beta Film, Sky Italia, TIMVISION Production
CAST: Marco D’Amore, Giuseppe Aiello, Salvatore D’Onofrio, Giovanni Vastarella, Marianna Robustelli, Martina Attanasio, Gennaro Di Colandrea, Aleksei Guskov, Nello Mascia, Salvio Simeoli, Nunzio Coppola

Il corpo di Ciro sta affondando nelle acque scure del Golfo di Napoli, colpito al petto da Genny Savastano, il suo unico, vero amico. E mentre sprofonda sempre più, affiorano i ricordi. I suoni attutiti dall’acqua si confondono con le urla di persone in fuga… È il 1980, la terra trema, i palazzi crollano, ma sotto le macerie si sente il pianto di un neonato ancora vivo: è Ciro di Marzio, da quel giorno in poi tutti lo chiameranno l’Immortale.
Anni dopo, quello stesso bambino ormai adulto, sopravvive anche a quel fatidico sparo: allora è vero quello che si dice, l’Immortale non lo uccide nessuno.
Ambientato tra la Napoli degli anni ’80 post-terremoto e la Riga odierna, la storia è un continuo dialogo tra il presente di Ciro, esiliato sul Baltico a migliaia di chilometri da casa e dagli ultimi affetti rimasti, e il suo passato da orfano. Dall’infanzia per strada alle fredde estati del nord Europa, dai primi furti all’ultima guerra tra fazioni in lotta: tutto per sopravvivere a un mondo dove l’immortalità in fondo è solo una condanna.
L’Immortale non è solo un’opera cinematografica ma un nuovo capitolo che si integra completamente in Gomorra – La serie e fa da ponte tra la quarta e la quinta stagione. Un progetto crossmediale e innovativo attraverso il quale, per la prima volta in assoluto nella storia della serialità, un film a se stante diventa anche un segmento del racconto a cavallo tra le due stagioni di una serie televisiva.

365 DAYS

Regia Barbara Bialowas – prod. Ekipa, Future Space, Next Film, TVN
CAST: Michele Morrone, Anna Maria Sieklucka, Bronislaw Wroclawski, Otar Saralidze, Magdalena Lamparska

Massimo è un membro di una famiglia siciliana affiliata alla mafia. Laura è direttore delle vendite di un hotel di lusso. La sua carriera procede a gonfie vele, non altrettanto la sua vita privata. Per superare la crisi che sta attraversando la sua relazione, decide di partire con il suo fidanzato per la Sicilia. Qui verrà rapita da Massimo che le darà 365 giorni di tempo per innamorarsi di lui.

TORNARE

Regia Cristina Comencini – prod. Lumière & Co. in collaborazione con Rai Cinema
CAST: Giovanna Mezzogiorno, Vincenzo Amato, Beatrice Grannò, Clelia Rossi Marcelli, Marco Valerio Montesano, Alessandro Acampora, Trevor White, Astrid Meloni, Tim Ahern, Barbara Ronchi

Napoli, anni Novanta. Alice (Giovanna Mezzogiorno), 40 anni, rientra dall’America dopo una lunga assenza. È morto il padre. Alice si ferma nella casa di famiglia, disabitata: con la sorella (Barbara Ronchi) hanno deciso di venderla, e occorre svuotarla degli oggetti di una vita, di tante vite. Ma, inaspettatamente, Alice scopre che la casa è abitata da una ragazza giovane e bellissima (Beatrice Grannò). Con lei inizia un dialogo intenso, come sembra promettente anche il legame che si crea con Marc (Vincenzo Amato), un uomo affascinante e gentile incontrato alla commemorazione del padre. Per Alice si schiude un mondo nuovo, intrigante e pericoloso, che apre squarci sul suo passato e sulla sua esistenza.

LUI E’ MIO PADRE

Regia Roberto Gasparro, prod. 35MM
CAST: Gianni Parisi, Giulia Colantonio, Giacomo Rizzo, Tony Sperandeo, Giovanna Rei, Ester Gatta, Massimiliano Rossi, Umberto Anaclerico, Loredana Crispino, Rosario Iodice, Sergio Iodice, Stefano Boscolo, Uberto Celeste, Emilio Benevento, Francesca De Padova, Nadia Aulisio, Marco Reggiani

Michele è un umile calzolaio sposato con Elvira e padre di Cristiana, una giovane ragazza di 17 anni con tanti sogni e molte aspettative, soprattutto nei confronti di suo padre, per il quale non nutre stima. Michele lavora tutto il giorno nella piccola bottega ereditata dal papà e tutti i giorni all’alba, prima di aprire il negozio, senza farsi vedere da nessuno, indossando una maschera e un boccaglio, si occupa di ripulire le spiagge dall’immondizia. Questo suo modo di vivere, originale e rispettoso dell’ambiente condizionerà un’intera generazione di giovani sensibili al tema dell’inquinamento. L’Uomo Mascherato diventerà il testimonial di una campagna di sensibilizzazione ambientale e sua figlia Cristiana si ricrederà in suo padre.

MAI PER SEMPRE

Regia Fabio Massa – prod. Goccia Film, Antracine, Vertigo Film, Nicheco Holding, Centodue service, Giustemply
CAST: Gianni Parisi, Cristina Donadio, Fabio Massa, Emiliano De Martino, Yuliya Mayarchuk, Benedetta Valanzano, Tony Campanozzi, Gianni Ferreri, Massimiliano Rossi, Massimo Bonetti, Lucia Batassa

“Mai per Sempre” è la storia di Luca: un ragazzo che avrebbe potuto godersi la vita, se ne sarebbe potuto fregare degli affari loschi che pratica il padre, avvocato di prestigio, e trovarne giovamento. E invece no: preferisce spezzarsi la schiena in un’officina meccanica che gli hanno dato in gestione lontano da Napoli. Ha deciso, inoltre, di dare una seconda possibilità al suo grande amico, Antonio, regalandogli l’occasione di ricominciare lavorando da lui in Puglia, non appena uscito dal carcere.
Oltre alla madre, Silvana, che ama profondamente, altro tassello importante con Napoli è rappresentato da Don Michele, un prete, al quale è molto legato, già amico e confessore della madre.
Luca è fidanzato con Maria, una donna ucraina di qualche anno più grande. I due stanno progettando l’idea di avere un bambino. Maria lavora a nero presso una vecchia signora che non ha sufficiente denaro per regolarizzare la sua posizione, quindi si trova a non poter rinnovare il permesso di soggiorno.
Ma non è questo il problema più grave: Livio, il suo ex fidanzato, è tornato dopo essere sparito per problemi di droga, e la sua presenza è un peso insopportabile.
La felicità sembra essere un progetto a termine. Il male compare, si insinua e distrugge…

IL LADRO DI CARDELLINI

Regia Carlo Luglio – prod. Minerva Pictures, Bronx Film, PFA Films, Rai Cinema
CAST: Nando Paone, Ernesto Mahieux, Gigi De Luca, Viviana Cangiano, Lino Musella, Tonino Taiuti, Giovanni Ludeno, Yuliya Mayarchuk, Antonella Attili, Pino Mauro, Vincenzo Nemolato, Alan De Luca

In un paese dell’entroterra campano, Pasquale Cardinale, anziano agente della forestale, passa le sue giornate tra alcol e videopoker. Lo fa da dieci anni ormai, da quando è scomparsa Adriana, la sua amata moglie. Per ripianare i debiti di gioco, rivende al mercato clandestino i cardellini sequestrati ai bracconieri finché, colto in flagrante, viene licenziato.
Ormai prossimo alla pensione, il poveretto si ritrova senza lavoro e senza stipendio, indebitato fino al collo e assillato oltre che dagli strozzini, dalla ingombrante presenza di una figlia, Grazia, cantante in sovrappeso. L’ex maresciallo non trova di meglio quindi che aggregarsi a una banda di anziani
bracconieri fatta di parenti, amici e compaesani. Tutte vecchie cariatidi del mestiere, di fronte alle quali, con i suoi sessantatre anni, egli è poco più che un giovanotto.
Ma il bracconaggio è passione ed è noto che la passione non conosce vecchiaia, dunque si continua a sfidare la legge (e la sorte), stendendo reti, organizzando truffe di piccolo e medio livello, arricchendosi, e più spesso rovinandosi, con le scommesse clandestine legate al canto dei cardellini.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso\/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi\/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.Leggi le condizioni della privacy policy